Guida allo sviluppo della guida

Una buona vita inizia con il test

Un programmatore che non scrive casi di test automatici non è un buon ingegnere di test. Incoraggiamo tutti i progetti a stabilire fin dall'inizio casi di test automatizzati completi. Con lo sviluppo del progetto, l'investimento iniziale sarà ricompensato centinaia di volte.

Continuiamo l'esempio della sezione precedente e diamo un'occhiata a come usare fibjs per scrivere casi di test.

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21
const http = require('http'); const path = require('path'); var hello_server = { '/:name(fibjs.*)': (req, name) => { req.response.write('hello, ' + name + '. I love you.'); }, '/:name': (req, name) => { req.response.write('hello, ' + name); } }; var root_server = { '/hello': hello_server, '/bonjour': hello_server, '*': http.fileHandler(path.join(__dirname, 'web')) }; var svr = new http.Server(8080, root_server); svr.start();

Una cornice di prova vuota

Iniziamo con un framework di test di base:

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10
var test = require('test'); test.setup(); describe('hello, test', () => { it('a empty test', () => { }); }); test.run();

Salva con nome in test.jsseguito, nella riga di comando fibjs test.js, viene visualizzato il seguente output, è stato scritto un framework di test di base.

1 2 3 4
hello, test √ a empty test √ 1 tests completed (0ms)

Avvia server di prova

Poiché dobbiamo testare il server http, dobbiamo prima avviare il server. Il test case invierà una richiesta al server, quindi testerà il risultato della richiesta per determinare se il server soddisfa i requisiti:

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14
var test = require('test'); test.setup(); var http = require('http'); describe('hello, test', () => { it('hello, fibjs', () => { var r = http.get('http://127.0.0.1:8080/hello/fibjs'); assert.equal(r.statusCode, 200); assert.equal(r.data.toString(), 'hello, fibjs. I love you.'); }); }); test.run();

In questo codice, giudichiamo se la logica del server è normale verificando se il risultato di http.get è il risultato che ci aspettiamo. Secondo questo esempio, possiamo completare rapidamente una serie di test e allo stesso tempo abbiamo ottimizzato il codice:

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30
var test = require('test'); test.setup(); var http = require('http'); function test_get(url, rep) { var r = http.get('http://127.0.0.1:8080' + url); assert.equal(r.statusCode, 200); assert.equal(r.data.toString(), rep); } describe('hello, test', () => { it('hello, fibjs', () => { test_get('/hello/fibjs', 'hello, fibjs. I love you.'); }); it('hello, fibjs*', () => { test_get('/hello/fibjs-great', 'hello, fibjs-great. I love you.'); }); it('hello, JavaScript', () => { test_get('/hello/JavaScript', 'hello, JavaScript'); }); it('hello, v8', () => { test_get('/hello/v8', 'hello, v8'); }); }); test.run();

Gestione di gruppo di casi d'uso

Aggiungiamo bonjour test. Sebbene bonjour e hello siano lo stesso insieme di servizi, poiché il percorso è cambiato, dobbiamo anche verificare la correttezza del servizio. Questa volta, per gestire al meglio i casi d'uso, abbiamo eseguito i casi di test Raggruppando, allo stesso tempo, poiché il contenuto di test di hello e bonjour è lo stesso, abbiamo ottimizzato nuovamente il codice e testato i due set di servizi con lo stesso set di codici:

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37
var test = require('test'); test.setup(); var http = require('http'); function test_get(url, rep) { var r = http.get('http://127.0.0.1:8080' + url); assert.equal(r.statusCode, 200); assert.equal(r.data.toString(), rep); } describe('hello, test', () => { function test_hello(hello) { describe(hello + ' test', () => { it('fibjs', () => { test_get('/' + hello + '/fibjs', 'hello, fibjs. I love you.'); }); it('fibjs*', () => { test_get('/' + hello + '/fibjs-great', 'hello, fibjs-great. I love you.'); }); it('JavaScript', () => { test_get('/' + hello + '/JavaScript', 'hello, JavaScript'); }); it('v8', () => { test_get('/' + hello + '/v8', 'hello, v8'); }); }); } test_hello('hello'); test_hello('bonjour'); }); test.run();

Raggruppando i casi d'uso, possiamo visualizzare i risultati dei test in modo più chiaro ed è anche facile saltare e testare un gruppo di casi d'uso individualmente per accelerare lo sviluppo e il test. Questi sono i risultati di questa tornata di test:

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13
hello, test hello test √ fibjs √ fibjs* √ JavaScript √ v8 bonjour test √ fibjs √ fibjs* √ JavaScript √ v8 √ 8 tests completed (3ms)

Secondo il nostro design del server, abbiamo anche una serie di servizi di file statici.Secondo l'esempio sopra, credo che tu possa scrivere rapidamente questa parte dei casi di test.

Test con un clic

Dopo l'introduzione di cui sopra, possiamo stabilire rapidamente casi di test. Ma per utilizzare questo script di test, devi prima avviare il server, è molto semplice, vogliamo eseguire test.jsper completare direttamente il test. Possiamo utilizzare il seguente codice per ottenere:

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43
var test = require('test'); test.setup(); var http = require('http'); var coroutine = require('coroutine'); coroutine.start(() => { run('./main.js'); }); coroutine.sleep(100); function test_get(url, rep) { var r = http.get('http://127.0.0.1:8080' + url); assert.equal(r.statusCode, 200); assert.equal(r.data.toString(), rep); } describe('hello, test', () => { function test_hello(hello) { describe(hello + ' test', () => { it('fibjs', () => { test_get('/' + hello + '/fibjs', 'hello, fibjs. I love you.'); }); it('fibjs*', () => { test_get('/' + hello + '/fibjs-great', 'hello, fibjs-great. I love you.'); }); it('JavaScript', () => { test_get('/' + hello + '/JavaScript', 'hello, JavaScript'); }); it('v8', () => { test_get('/' + hello + '/v8', 'hello, v8'); }); }); } test_hello('hello'); test_hello('bonjour'); }); process.exit(test.run());

Dalla riga 6 alla 10 di questo codice, abbiamo aggiunto un main.jscodice di avvio del paragrafo e aspettiamo un po', quindi riavviamo i test.

Controllo della copertura del codice

I buoni casi di test devono considerare che i casi di test devono coprire ogni ramo dell'azienda per garantire che l'attività venga eseguita correttamente.In questo momento, il controllo della copertura del codice può essere utilizzato per determinare se il test è completo.

Questo processo è molto semplice, basta aggiungere il parametro --cov durante il test:

1
fibjs --cov test

Al termine del test verrà generato un file di log di fibjs-xxxx.lcov nella directory corrente, a questo punto è necessario analizzare il log e generare un report:

1
fibjs --cov-process fibjs-xxxx.lcov out

Quindi puoi generare una serie di rapporti di analisi nella directory out. Entra nel catalogo per verificare, puoi vedere la pagina seguente: cova Puoi vedere che main.jsla copertura del codice ha raggiunto il 100%, il che significa che il test copre completamente la logica di business. Fare clic più main.jslontano è possibile visualizzare un rapporto più dettagliato.

👉 [ Trova il killer delle prestazioni ]